Sono sette, uno per ogni edizione, ci hanno ispirato e li abbiamo ripetuto per giorni; sto parlando dei nostri slogan.

Brevi, incisivi e sintetici (dal vocabolario Treccani) ci hanno dato modo di riflettere ogni anno su un aspetto diverso della nostra corsa. Sempre secondo la definizione del vocabolario dovrebbero essere facilmente memoralizzabili, allora facciamo un piccolo test! Prima di continuare a leggere, chiudi gli occhi, concentrati, quanti ne ricordi?

2014
La corsa non è uno sport individuale

È il motto a cui siamo più affezionati e che ci ha permesso di iniziare a correre insieme e ci ha accompagnato in tutti questi anni. Abbiamo voluto di suggerirti di correre con noi, non più da solo e abbiamo aggiunto uno scopo a quello che già ti spinge a correre. La parola insieme ha spronato anche chi non si era mai avvicinato alla pratica ad unirsi a noi!

2015
Batti il tuo record

Se la prima edizione è stato un tuffo nel buio, nella seconda edizione avevamo ben chiaro il nostro target, ben definito dallo slogan. Come l’anno prima ci abbiamo creduto davvero tanto, e anche tu con noi perché correre sotto la pioggia battente non ti ha fermato e non ti ha impedito di aiutarci nel raggiungere l’obiettivo. Non abbiamo battuto il record di presenze ma ci siam divertiti e abbiamo fatto come sempre il nostro meglio per Filippo. https://vimeo.com/100814284

2016
Un giorno da gazzella 

La gazzella rappresenta per noi la speranza di vincere la malattia di Filippo, di cambiare ciò che sembra essere predestinato. Noi non crediamo al fato e alle coincidenze, crediamo che con l’impegno e la presenza possiamo, nel nostro piccolo, cambiare le cose. Non mi dilungo ancora con le parole, ti lascio il link del bellissimo video con la spiegazione, è stato realizzato con gli amici della Cooperativa Realtà, te lo ricordi? https://vimeo.com/179508982

2017
Chi ama corre 

Per la 4° edizione ci siamo presi la responsabilità di scomodare un Santo. “Chi ama corre e la corsa è tanto più alacre quanto più è profondo l’ amore” scriveva Sant’Agostino, che bell’incitamento! Abbiamo fatto nostri i motivi per cui corrono i runners che partecipano alla nostra  corsa e ci abbiamo voluto aggiungere l’amore. Del resto si corre perché si ama lo sport, per sentirci meglio, per amarci di più ma la corsa non è più uno sport individuale e quindi corriamo per amare di più. Filippo e gli altri bambini non hanno scelto di correre ma noi si e di farlo con amore.

E tu perché corri con noi? 

2018
L’amore non si misura, si percorre

L’ispirazione per questo slogan ci arriva da una poeta contemporanea, Azzurra D’Agostino con la sua “La misura del mondo”. Siamo abituati a quantificare tutto ma non tutto può essere riferito, o meglio limitato, ad un numero. L’amore di certo non può essere definito, dire ti voglio tanto bene non indica quanto pesa, misura, spazio occupa quel bene. Ci siamo trovati più e più volte a misurare i percorsi per far tornare i conti ed essere sicuri di comunicarti le giuste lunghezze per poterti confrontare con i tempi ma ancora una volta non abbiamo potuto misurare i sentimenti, le emozioni che tu e noi abbiamo messo in gioco. Per la quinta edizione ti abbiamo chiesto di percorrere con noi l’amore! https://m.youtube.com/watch?v=unvt_T-0hY8&feature=youtu.be

2019
Nelle scarpe degli altri
(Autore: Francesca De Negri)

Da quest’anno abbiamo iniziato il contest: Siamo senza slogan. Ti abbiamo coinvolto nella creazione del nostro motto e  in tanti ci hanno inviato le proprie proposte. Siamo stati veramente lieti e pure in difficoltà nella scelta, abbiamo capito che chi partecipa alla nostra corsa è allineato al nostro pensiero, è connesso con noi. Lo slogan riprende un detto inglese pari al nostro “nei panni dell’altro”, l’abbiamo valutato perfetto per il richiamo alle scarpe da corsa e per il concetto che esprime. Il significato che abbiamo attribuito alle parole di Francesca va oltre il concetto di inclusività, perché quello che vorremmo si respirasse nella nostra corsa è la normalità, perché ognuno capisce l’altro e si fa carico dei suoi problemi.

2020
A modo tuo
(Autore: Margherita Ascione)

Eccoci all’ultima edizione, quella futura. Lo slogan è molto chiaro, sei invitato a partecipare come vuoi, come puoi! Non abbiamo e non poniamo limiti, sei unico e per questo sei personalmente chiamato ad aiutarci e aiutare Filippo. Ti invitiamo non solo ad una corsa ma ad una festa, un pomeriggio di condivisione, potrai mettere in corsa te stesso e donare un pezzo di te anche a noi e chi ti sta attorno, a modo tuo, quello che vorrai mettere sul piatto noi accetteremo!